Il cammino di Santiago di Compostela

0

Negli ultimi anni vi è stata una riscoperta del turismo culturale che ha come mete preferite gli itinerari che percorrevano i pellegrini nel passato per visitare luoghi sacri. Uno dei più famosi è senza dubbio il Cammino di Santiago di Compostela, un itinerario di ben 800km da percorrere rigorosamente a piedi. Ma quale peculiarità ha questo arduo percorso e perchè la gente tutt’oggi sceglie di sostenere questa prova così dura?

In origine il tragitto che attraversa Francia e Spagna era percorso dai pellegrini medievali che desideravano raggiungere appunto il santuario di Santiago di Compostela, dove si ritiene essere sepolto l’apostolo Giacomo il maggiore. Ad oggi molti turisti decidono di imbarcarsi in questa impresa che può durare in media un intero mese, principalmente perchè questo percorso, a detta di molti, aiuta il pellegrino a pensare, a vedere il mondo sotto un altro punto di vista ed è un ottimo modo per ritrovare sè stessi.

Non tutti arrivano alla fine del cammino, ma non è una cosa negativa, l’esperienza è unica ed emozionante. Ritrovarsi sulla strada e vedere fin dove le proprie forze possono portare è sicuramente soddisfacente. Turisti da tutto il mondo ormai percorrono questo tortuoso e difficile cammino il cui punto d’ inizio è Puente la Reina.

Il percorso è suddiviso in tappe e passa per molti villaggi della Francia e della Spagna, in alcuni di essi vi sono dei check points, infatti alla partenza viene dato un foglietto che attesta la vostra intenzione di partire per il pellegrinaggio sul quale verranno apposti i timbri ad ogni check point a testimonianza dei vostri risultati.

Insomma se state cercando una vacanza che non sia solo culturale ma anche spirituale, il cammino di Santiago di Compostela è sicuramente un’ alternativa valida e molto suggestiva.

Share.

About Author

Leave A Reply