contatore free

Ansia e depressione, quali sono le terapie psichiatriche più usate?

0

I disturbi mentali più diffusi che colpiscono comunemente gran parte della popolazione in forme più o meno gravi sono sicuramente gli stati d’ansia e la depressione. Lo stress della vita frenetica vita quotidiana ne è solitamente la causa principale ma quando si arriva a forme di depressione patologica significa che vi sono altri fattori ben più radicati in profondità nel paziente.

Dare una risposta ad ansia e depressione non è facile

Data la natura strettamente personale del problema è quindi molto difficile elaborare una terapia standard, poiché ogni paziente è differente e la malattia può colpire n modo più o meno grave a seconda del carattere, della sensibilità e delle esperienze vissute.

La psichiatria tende a sviluppare terapie ad hoc per quello specifico paziente, non si tratta quindi di limitarsi a prescrivere psicofarmaci, che spesso rischiano di essere anche dannosi, ma di conoscere ogni aspetto psicologico cercando di comprendere quale sia la vera radice del problema.

Basandoci però sulla media dei risultati ottenuti possiamo asserire che la terapia cognitiva e la terapia interpersonale hanno dimostrato una loro efficacia concreta contro gli stati d’ansia e la depressione. Vi sono anche tecniche di natura biologica, la più diffusa delle quali è appunto la terapia farmacologica.

Fra gli altri tipi di terapia che hanno dato risultati interessanti, occorre menzionare: la terapia elettrocompulsivante, la fototerapia e in ambito sperimentale troviamo la stimolazione magnetica transcranica e la stimolazione del nervo vago.

Come già asserito, quando si tratta di questi argomenti delicati è meglio rivolgersi ad un esperto che potrà valutare il vostro caso nello specifico, dandovi delucidazioni su come affrontare al meglio queste due patologie.

In linea di massima si può asserire che la cosa più importante che un paziente può e deve fare per cominciare un percorso di guarigione, è prendere consapevolezza di soffrire di questi disturbi. Non vi è nulla di cui vergognarsi, in fondo, e le possibilità di cura ormai esistono e sono concrete.

Share.

About Author

Volevo fare la modella ma la mamma mi ha dotato anche di cervella. Per questo scrivo, e quando sono stanca non riposo, ma poso.

Leave A Reply