contatore free

Cosa visitare nel quartiere gotico di Barcellona

0

Se volete saltare da un secolo all'altro con pochi passi, il Quartiere Gotico di Barcellona è il posto che fa per voi. Qui puoi trovare l'arte contemporanea, la piazza dove è nata la politica catalana, una chiesa che ha vissuto tante vite quanto un gatto e, naturalmente, un intero museo che può raccontarti tutto questo e altro ancora.

 

Perché si chiama Quartiere Gotico?

Innanzitutto, cos'è esattamente il Quartiere Gotico e perché si chiama così? Il Quartiere Gotico si trova nel centro storico di Barcellona. Lo troverai tra due strade: la famosa Rambla (a volte chiamata Las Ramblas) e Via Laietana. Ci si può arrivare facilmente in metropolitana dalle stazioni Liceu o Jaume I. Nonostante la sua vecchiaia, è stato chiamato Quartiere Gotico, o Barrio Gótico in spagnolo, solo un secolo fa. Il motivo? Per attirare più turisti, soprattutto con un piccolo aiuto dalla sua bella cattedrale neogotica. Prima di allora, nel Medioevo, il vero cuore di questo quartiere era il quartiere ebraico – El Call – chiamato così dalla parola ebraica per comunità ("cahal"). Vuoi vedere tutto quello che questo angolo storico di Barcellona ha da offrire? Immergiamoci insieme in ogni punto che non puoi perdere mentre visiti il Quartiere Gotico di Barcellona.

 

1. Cattedrale di Santa Croce e Santa Eulalia

La splendida Cattedrale di Barcellona, chiamata anche Cattedrale di Santa Croce e Santa Eulalia, è un must da visitare nel Barrio Gótico. Se decidi di iniziare questo itinerario da Plaça de Catalunya, la piazza centrale di Barcellona, arriverai attraverso la via Laietana o Portal del Ángel. La cattedrale risale al IV secolo, ma è stata ristrutturata molte volte nel corso degli anni, anche per le esposizioni universali del 1888 e del 1929. Di conseguenza, ha avuto diversi stili nel corso degli anni. Si potrebbe pensare ad esso come a diverse vite attraverso diverse epoche: Paleocristiano, Visigoto e Romanico. Se vuoi visitare la cattedrale, controlla gli orari prima di andare. Puoi prendere il biglietto d'ingresso online o alla chiesa. Contate le oche! Secondo la leggenda, Santa Eulalia, la santa protettrice di Barcellona, era un pastore di oche che morì come martire quando aveva solo 13 anni. È per questo che oggi si possono trovare 13 oche nel chiostro della cattedrale. La leggenda dice anche che se mancasse una sola oca l'intera cattedrale cadrebbe. Meglio tenerle d'occhio!

 

2. Circolo Artistico Reale

Il Circolo Artistico Reale fu fondato nel 1881 da diversi artisti catalani come istituzione per promuovere le creazioni artistiche. A causa del periodo storico, è stato il luogo dove sono iniziate molte idee sul modernismo. Il museo è ora un luogo dedicato alle mostre temporanee. Assicuratevi di controllarle durante la vostra visita al Quartiere Gotico.

 

3. Associazione degli architetti catalani

Senza dubbio l'edificio più giovane di Plaça Nova, la presenza dell'Associazione degli Architetti Catalani ci fa sentire in un quartiere completamente diverso, ma siamo appena fuori dalla cattedrale, sul lato opposto del Circolo Artistico Reale. Il fatto interessante di questo edificio è l'origine dei fregi in sabbia, realizzati dall'artista norvegese Carl Nesjar nel 1962. I disegni hanno dato nuova vita a uno dei disegni originali di Picasso. Durante il terzo fine settimana di ottobre, grazie alla 48H Open House Barcelona, potresti avere l'opportunità di visitare il COAC – e molti altri edifici – gratuitamente.

Share.

About Author

Esperto di psicologia. Autore del libro "Come ti vesto la Psiche" (Edizioni Alba Laura) Scrivo di ciò che concerne la bellezza del creato: la donna.

Leave A Reply