giappone

Giappone: dove tradizione ed innovazione si fondono

L’oriente ha da sempre un fascino mistico su noi occidentali. Le sue misteriose culture, le tradizioni, le abitudini, sono tutte fonte di curiosità ed ispirazione e creano una grande attrattiva. Il Giappone, dove tradizione ed innovazione si fondono non è certo da meno. In questo breve articolo cercheremo di evidenziarne gli aspetti fondamentali.

Il Giappone è una nazione che si è aperta all’ occidente da un tempo relativamente breve, Nonostante le prime interazioni fra i 2 mondi si abbiano già nel 1300, possiamo parlare di reali rapporti economici solo dopo la restaurazione Meiji avvenuta intorno alla fine del 1800. Il popolo giapponese è tradizionalmente molto riservato e questa riservatezza ha contribuito ad accrescerne l’alone di mistero che tutt’ora lo avvolge.

Un aspetto affascinante è il rapporto fra antico e moderno che è molto marcato in questa nazione. In pochi chilometri potreste passare da città tecnologicamente avanzate come Tokyo, patria e culla di buona parte della tecnologia moderna, a paesi e cittadine in cui il tempo sembra essersi fermato ai tempi dei samurai. Il rispetto per la tradizione è quindi importantissimo per un giapponese.

La rivoluzione industriale ha trasformato il Giappone in una delle più grandi potenze mondiali proprio grazie ad uno sviluppo tecnologico molto avanzato che però è riuscito a non invadere o soppiantare, alcune delle tradizioni più radicate nell’animo nipponico.

Il rapporto con gli stranieri è però ancora molto riluttante da parte dei giapponesi, sono pochi infatti quelli che conoscono un’ altra lingua oltre la propria e quasi sempre a livello molto elementare. Ciò nonostante se doveste visitare il Giappone vi accorgereste che pur di aiutare qualcuno buona parte delle persone si farebbe in 4. Questo è determinato da un forte senso ancestrale di rispetto e disciplina, aspetti fortemente radicati nell’ideologia nipponica e che, nel bene e nel male, hanno reso il popolo giapponese ciò che è attualmente.

Santa Napolitani

Curatrice editoriale per lavoro, arredatrice per passione.
Da oltre 20 anni sono attiva nel settore giornalistico a più livelli, avendo iniziando nella redazione de "Il Messaggero" come corrispondente.
Oggi sono la responsabile editoriale di varie testate online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.